Linee di frattura della globalizzazione: Ordinamento giuridico e politica dell’a-legalità

Translated title of the contribution: Linee di frattura della globalizzazione: Ordinamento giuridico e politica dell’a-legalità

    Research output: Book/ReportBookScientific

    Abstract

    l volume rappresenta la prima e più estesa analisi filosofico-giuridica espressamente dedicata al tema dei “confini” quale istanza costitutiva degli ordini istituzionali. La tesi che l’autore avanza, imbastendo un fecondo dialogo fra la tradizione continentale e quella di stampo analitico, è che ogni ordinamento giuridico rivela il suo carattere contraddistintivo nel fatto di essere espressione e riflesso dell’unità collettiva che sta alla sua base e che lo istituisce attraverso una dinamica immancabilmente connotata da limitatezza e contingenza. Di conseguenza, in contrapposizione alla visione oramai pressoché indiscussa, secondo cui l’assetto globale farebbe inevitabilmente segno verso un diritto senza confini, l’autore sostiene che ogni compagine giuridica, per quanto globalizzata voglia presentarsi, giammai potrà trasgredire il suo costitutivo carattere storico e delimitato. Delimitato secondo un quadruplice senso irriducibile e insuperabile: nella definizione del suo spazio, del suo tempo, dei suoi soggetti e dei suoi contenuti. Di fronte a siffatta limitatezza ogni processo di globalizzazione non può che arrestarsi.
    Translated title of the contributionLinee di frattura della globalizzazione: Ordinamento giuridico e politica dell’a-legalità
    Original languageItalian
    Place of PublicationMilano
    PublisherMimesis Edizioni
    Number of pages458
    ISBN (Print)978-88-5753-480-0
    Publication statusPublished - 2017

    Publication series

    Name Coincidentia Oppositorum Singularia

    Keywords

    • A-legality
    • globalization
    • legal order

    Cite this